NULLA DI TUTTO CIÓ CHE ESISTE È PIÚ IMPORTANTE DELLA VITA

SiSTEMA ViSPLENUS
CENTRO RICERCA ENERGIA LIBERA
UN MODO di VIVERE

CREL

CHI SIAMO RIFLESSIONE LA SALUTE LO SPORT LA CROMOLOGIA

LA RICERCA

MAESTRO IN CROMOLOGIA GLI STRUMENTI I NOSTRI OPERATORI I NOSTRI CORSI LE NOTIZIE

MAESTRO IN CROMOLOGIA


INTRODUZIONE

Lo sviluppo scientifico degli ultimi decenni ha portato a far credere che le uniche scoperte a cui fare affidamento sono quelle enunciate ed avallate dalla scienza così detta ufficiale. Ci si dimentica però, che esiste anche una grossa componente della scienza che pur non essendo condivisa, lavora con molta serietà (pur con i pochi mezzi a disposizione), per arricchire l’umanità di nuove conoscenze, questa è la così detta scienza empirica.
Le due scuole di pensiero si differenziano per il modo diverso di concepire i fenomeni della vita, la prima crede che la scienza debba seguire una via il cui risultato porti a definire la validità di una scoperta sotto l’aspetto materiale statico, vale a dire: tutto ciò che si ritiene scientifico deve essere visto e deve avere la possibilità di essere dimostrato più volto con il medesimo modo e con il medesimo risultato; la seconda invece, crede che la scienza sia la lettura dei fenomeni naturali mutevoli della vita nei suoi tre aspetti: materiale, sensoriale e spirituale. Per ovvie ragioni i fenomeni spirituali sfuggono al controllo del microscopio, con ciò non vuol dire che non esistono, sono solo evidenziabili con strumenti di lettura diversi.
Le due scuole di pensiero sono ancora molto lontane tra loro, un avvicinamento allo stato attuale delle cose è estremamente difficile, tuttavia non è venuta meno la speranza che in un giorno, speriamo vicino, si possa stringere un patto di reciproca collaborazione.
Nel frattempo che si giunga a un rapporto di condivisione più pacifico fra le due scuole di pensiero, il CREL continua la propria ricerca nell’empirico con la speranza di essere utile comunque all’umanità.
Nell’ambito dei propri lavori di ricerca, il CREL da più di 20 anni dedica molto tempo allo sviluppo e alla codificazione dei principi che regolano due discipline energetiche per eccellenza: la cromologia e la musicologia. A tale proposito è stata istituita la figura di Maestro in cromologia allo scopo di diffondere le regole per la conoscenza della cromologia presso il grande pubblico.
La cromologia consegnata nelle mani di operatori animati da una fede profonda per i fenomeni della vita; ricchi di conoscenza scientifica acquisita mediante uno studio serio ed approfondito, desiderosi di partecipare direttamente al progetto di recupero degli equilibri energetici perduti, potrebbe diventare uno strumento validissimo per contribuire a fortificare la salute collettiva.
Le regole che seguono sono orientative di una condotta da tenere per l’applicazione della cromologia, è però sottointeso che le regole più valide sono quelle che scaturiscono dall’anima sincera di ogni operatore che ha a cuore la vita come bene supremo.
Al Maestro in Cromologia spetta il compito di diventare una guida preziosa per tutti coloro che intendono arricchire con nuove conoscenze il proprio bagaglio scientifico al fino di avere una visione più completa dei meccanismi che legano l’uomo alle leggi della vita.



LE REGOLE


Disposizione 1.
E’ stato depositato dal CENTRO RICERCA ENERGIA LIBERA il Master in cromologia strumentale e vibrazionale, con l’intento di costruire parallelamente la figura dell’operatore in cromologia regolamentato dalle seguenti disposizioni.

Disposizione 2.
Possono conseguire il Master in cromologia tutti i cittadini europei di ambo i sessi, che abbiano compiuto il 18° anno di età all’atto dell’iscrizione.

Disposizione 3.
Per conseguire il Master in cromologia il candidato dovrà frequentare un corso di formazione presso il CREL o centri riconosciuti e sostenere un esame attitudinale.

Disposizione 4.
La cromologia è una disciplina che fonda le sue leggi su tre principi fondamentali della vita: ENERGIA, COLORI, LUCE, SUONI. Viene applicata sugli esseri viventi per conservare il loro benessere: fisico, sensoriale e spirituale.

Disposizione 5.
La cromologia non è una terapia, per questo non può essere usata per curare le malattie, può essere utilizzata per conservare l’equilibrio energetico dell’essere vivente.

Disposizione 6.
Il Maestro in cromologia non è un terapeuta, non può in nessun modo intervenire su malattie organiche conclamate. L’operatore, con la cromologia, può essere di sostegno a cure mediche specifiche, in questo modo la cromologia arricchisce il potere terapeutico del farmaco e dona all’ammalato forza e vigore per una più rapida guarigione.

Disposizione 7.
Il Master in cromologia ha lo scopo di tutelare il cittadino che in questo modo può sperare di confrontarsi con un operatore capace.
Il Master per essere valido, oltre alle procedure iniziali di iscrizione, deve essere rinnovato tutti gli anni e ciò sarà possibile solo dopo che il titolare avrà sostenuto con profitto un corso di aggiornamento.
Il Centro Ricerca Energia Libera dopo l’avvenuta procedura di convalida del Master rilascerà all’interessato un certificato che attesta la regolare iscrizione per l’anno in corso.

Disposizione 8.
Il cittadino che ricorre alla cromologia come strumento di salvaguardia del proprio benessere: fisico, sensoriale e spirituale, ha garanzia, può chiedere al Maestro, di visionare il certificato di convalida del Master, convalida che dovrà avvenire entro la terza settimana del mese di gennaio dell’anno in corso. L’operatore, che entro la data stabilita, non ha ancora ricevuto la convalida del Master, significa che non è più fiduciario del Centro Ricerca Energia Libera.

Disposizione 9.
Il Centro Ricerca Energia Libera è depositario del Master in cromologia strumentale e cromologia vibrazionale, ogni abuso sarà perseguito a norma di legge. I cittadini che intendono servirsi della cromologia potranno tutelarsi da abusi o imitazioni chiedendo all’operatore: certificato originale del Master, tessera di riconoscimento valida per l’anno in corso.

Disposizione 10.
L’attività principale del Maestro in cromologia è essenzialmente protratta: all’applicazione della cromologia, all’informazione e formazione dei cittadini riguardo ai benefici della cromologia, organizzando corsi, la cui programmazione deve seguire l’indirizzo dettato dal Centro Ricerca Energia Libera.

Disposizione 11.
Con la titolarità del Master, il Maestro acquisisce i seguenti vantaggi: 1) può accedere ai corsi di aggiornamento tenuti presso la sede didattica del Centro Ricerca Energia Libera; 2) può utilizzare gli apparecchi ideati presso il centro: sia acquistandoli, che in comodato d’uso; 3) può accedere all’archivio scientifico del centro; 4) può usufruire dell’assistenza tecnica per l’applicazione della cromologia; 5) può partecipare all’attività di ricerca del centro; 6) può stampare sul proprio materiale cartaceo il marchio di identificazione del Master.

Disposizione 12.
La cromologia nell’ambito del benessere umano ricopre un ruolo di notevole importanza, può essere impiegata: 1° per contribuire a prevenire le malattie, 2° per mantenere la salute esistente, 3° come coadiuvante di una prescrizione medico farmacologica specifica.
La cromologia non può essere considerata in nessun caso strumento di cura, è solo un metodo che agisce sugli equilibri energetici dell’essere vivente. Il Maestro con l’utilizzo della cromologia non esercita arte medica in quanto non cura malattie conclamate.

Disposizione 13.
La cromologia basa il suo concetto fondamentale sul fatto che tutto ciò che esiste è energia: esseri umani, animali, regno vegetale e materia, esistono in quanto pura organizzazione energetica.

Disposizione 14.
La cromologia prende origine da tre fenomeni universali fondamentali: l’energia, la luce, i colori e i suoni. Poiché non si può negare la fondatezza: dell’energia, della luce e dei colori, si può affermare con assoluta certezza che la cromologia è una disciplina di indubbia scientificità.
All’operatore spetta il compito di sostenere presso il grande pubblico la tesi della fondatezza scientifica della cromologia, promuovendo: una campagna di informazione sull’opportunità di utilizzare la cromologia come metodo per la salvaguardia della salute; organizzando conferenze; istituendo corsi formativi e organizzando congressi.

Disposizione 15.
Il Maestro in cromologia per informare il cittadino della sua attività utilizzerà forme di pubblicità chiare e trasparenti, non illusorie, non ingannevoli, e non devono dare adito ad interpretazioni ambigue. Le forme di pubblicità prima di essere pubblicate devono essere concordate con la direzione del CREL in modo da predisporre una formula uguale per tutti i Maestri operanti sul territorio nazionale.

Disposizione 16.
Il luogo di lavoro in cui il Maestro in cromologia svolge la propria attività deve essere conforme alle disposizioni di legge vigenti.

Disposizione 17.
Oltre alle presenti disposizioni la condotta del Maestro in Cromologia è regolamentata dal codice deontologico, quest’ultimo indica la condotta morale da tenere con il proprio assistito e il rispetto nei confronti dell’ambiente naturale.

Disposizione 18.
Il fine ultimo di ogni Maestro in cromologia è quello di operare affinché venga rispettato il legame fra essere vivente è ambiente naturale, condizione imprescindibile per fortificare l’equilibrio energetico degli esseri viventi e quindi costruire i presupposti per una salute forte e duratura.

CODICE DEONTOLOGICO DEL MAESTRO IN CROMOLOGIA

 

Introduzione

Ogni arte, ogni scienza ogni professione, ogni istituzione ha un proprio codice di comportamento su cui ogni addetto si basa per la propria condotta.

Il codice di comportamento è uno strumento indispensabile per ogni operatore, lo mette nelle condizioni di integrarsi con la propria attività in modo da creare un rapporto leale, intimo e fecondo.

 DISPOSIZIONI PER L’AMBIENTE NATURALE

 1. L’ambiente naturale va considerato come un organismo vivente. L’ambiente naturale è fonte viva di emanazione energetica, la cui forza viene distribuita a tutte le entità che godono di vita manifesta.

L’ambiente naturale ha una sua salute e una sua malattia, dalla sua condizione di equilibrio dipende l’equilibrio di tutte le entità viventi che per legge naturale vivono della stessa energia.

 2. Ad ogni uomo spetta il diritto/dovere di prodigarsi in tutti i modi affinché  l’ambiente naturale venga conservato nel migliore equilibrio, e questo per le presenti e future generazioni.

 3. Ogni Maestro di Cromologia sentirà in cuor suo il dovere di contribuire con la propria opera professionale ad affermare nella società la cultura del rispetto per l’ambiente naturale. Indicherà all’uomo a secondo della propria conoscenza, l’importanza della conservazione dell’ambiente naturale e lo inviterà ad una onesta sottomissione alle sue leggi.

Consapevoli che l’ambiente naturale è in crisi a causa delle scelte di vita decise da una società diseducata da una politica ambientale volta al profitto materiale, il Maestro in Cromologia animato dal desiderio di contribuire al ripristino degli equilibri ambientali, darà vita ad un lavoro di informazione e formazione che porti alla consapevolezza del valore dell’ambiente per la vita degli esseri viventi. 

 REGOLE DI VITA INTERIORE

 1. Controllare i propri sentimenti

I pensieri negativi sono la causa principale delle divisioni esistenti tra gli uomini; essi ne rendono l’unione impossibile anche quando questa è desiderata. Poichè le nostre azioni fisiche sono costantemente impedite o demolite dalle nostre azioni mentali, è solamente vigilando sui nostri pensieri, creando in noi stessi un’atmosfera di pensieri belli e nobili, che contribuiremo tangibilmente all’evento dell’armonia sulla terra. Divulgare alla collettività la necessità del pensiero positivo è compito del Maestro in Cromologia, poichè in questo modo diffonde e coltiva la salute dello spirito.

 2. Scopo dell’educazione

Ciascuno di noi ha in sè qualcosa di spirituale che gli è proprio, una possibilità di perfezione e forza, per quanto piccola possa essere. Il compito di ognuno è di ritrovare, sviluppare ed usare questa spiritualità. L’obiettivo principale dell’educazione è far emergere il meglio di ciascuno e di portarlo al massimo della sua perfezione.

 3. Natura cosmica 

Il nostro essere spirituale fa parte della Natura Cosmica. Esso può esprimersi nella sua completezza solo nel rispetto delle leggi della natura, intorno alle quali è stata plasmata ogni vita. Conducendo una esistenza in contrasto con i ritmi e le leggi della natura, non si potrà sopportare a lungo il peso di tale inosservanza e la disarmonia avrà il sopravvento.

 REGOLE PER  L’EQUILIBRIO COLLETTIVO

 1. Il progetto è realizzato dalla comunità

Come ogni essere vivente ha una mente e uno spirito che lo guidano, così il destino di una comunità è determinato dalla forza mentale e spirituale che ne lega gli uomini. Solo dalla condivisione di un progetto di riequilibrio e dalla sua realizzazione “corale” può nascere un’armonia duratura per l’umanità.

 2. Una cultura mondiale comune

Il fine da raggiungere è quello di una cultura energetica ed olistica che sia di livello mondiale. Solo facendo sì che tutti i popoli partecipino ad una metodologia applicativa e di ricerca comuni, questa cultura potrà crescere ed essere vero patrimonio di miglioramento della qualità della vita collettiva. Operando guidati da questi ideali, l’uomo progredisce nel suo cammino verso la perfezione.

 PIANO DI STUDIO PER CONSEGUIRE IL MASTER

 Il corso di cromologia che il CREL ha programmato, si articola in due sezioni di studio, la prima propedeutica di 20 ore, ha lo scopo di introdurre la materia e fornire agli studenti una cultura generale e un primo strumento di intervento; seconda sezione di 30, di cui 10 di prove pratiche, ha lo scopo di completare lo studio della cromologia per permettere allo studente di conseguire il Master in cromologia strumentale e vibrazionale.

Gli argomenti trattati durante il corso di cromologia si dividono in tre gruppi:

 1° studio dei fenomeni ambientali e le loro leggi;

2° studio dell’energia che governa e vivificano ogni forma di vita;

3° studio della cromologia strumentale e vibrazionale.


W W W . V I S P L E N U S . I T

CENTRO RICERCA ENERGIA LIBERA - Via Foppa 1 San Giovanni Bianco (BG)
info@visplenus.it carlo.alberto.vigo